Se anche le app si mettono contro di noi

Se anche le app si mettono contro di noi


Vi ricordate quando si era ragazzi (parlo almeno per quelli nati negli anni ’80), la tecnologia era ancora ‘primitiva ‘ ed un walkman ( l’antenato a cassetta del lettore mp3) durava una decina di anni. Si esatto non c’era un evoluzione così rapida dei prodotti elettronici..!

Ma con la rapidità e l’evoluzione di nuove tecnologie i prodotti durano giusto un annata, o meglio ogni anno esce il nuovo prodotto più evoluto.

Infatti si è iniziato a parlare di obsolescenza programmata…. Ovvero l’aggiornamento dei prodotti che porta quelli vecchi a diventare inutilizzati. Esempio hai un iPhone 6 bhe non puoi aggiornarlo a IOS 13 e questo è un vero problema perché non riesci a stare al passo con i tempi e devi comunque ogni 2 /3 anni aggiornarti e cambiare al nuovo modello. Se non vuoi farlo puoi comunque sempre usare il tuo ‘vecchio’ telefono sapendo che le applicazioni pur con qualche problema funzioneranno lo stesso.

Ma se anche le applicazioni iniziano ad usare l’obsolescenza programmata…? Bhe a quanto pare whatsapp nei primi mesi del 2020 inizierà a non funzionare su vecchi modelli di smartphone, sicuramente si bloccherà su i windows phone, telefoni passati ormai in disuso, ma si parla anche di vecchi iPhone che montano iOS 8 e su Android 2.3.7 gingerbread , l’unica modo per avere ancora whatsapp funzionante sarà quello di avere un cellulare più recente.

 

Stay Tuned!


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu