“Android Wear” diventa “Wear OS” per essere più versatile

Non è solo un cambio di nome, ma una vera curva a 90° per il sistema operativo di Google per wearable, cioè gli smartwatch.

 

Il nuovo logo di Wear Os by Google

 

Si sa che molte persone che possiedono un iPhone comprano smartwatch con sistema Google. La compatibilità non è mai stata al top: quelli che sono riuscito a provare si limitavano sempre a poche funzioni di di visualizzazione messaggi, alcuni proprio solo SMS.

 

Con il 2018 era cambiato qualcosa e almeno le app che hanno versioni sia per iOs sia per Android Wear riescono a comunicare (Telegram, Whatsapp, Gmail…). E’ comunque poco, anche perché stiamo parlando di wrist device dal costo consistente, comunque intorno ai 200 €.

 

Da questa estate però sembra che ci sia l’intenzione da parte di Google di fare un passo in più e la scelta di “cancellare” la parola Android dal nome del sistema operativo sembra confermare questa apertura verso iPhone.

 

Dal tuo iPhone, scarica l’app Wear Os (Link su iTunes) e potrai quindi portare un pezzetto del mondo Mountainview dentro a Cupertino.
Potrai configurare il tuo smartwatch, connetterti a Google Fit per i dati di salute, avere le notifiche sullo schermo dell’orologio e per alcune App (quelle di Google e poche altre, al momento) rispondere dall’orologio (se il vostro smartwatch lo supporta).

 

Chiaramente non c’è paragone con Apple Watch e WatchOs. Non aspettarti un sostituto “completo”. Wear OS è un “primo passo” verso un abbattimento delle barriere tra di due mondi che – per la prima volta da quando mi interesso di queste cose – vale la pena usare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

"GDPR" Richiesta di dati personali

Seleziona la tua richiesta: